Porsche – Taycan Turbo GT, lelettrica da 1.108 CV

Partendo dalla base della Turbo S, la Porsche ha scelto per la Turbo GT una configurazione mirata al raggiungimento delle massime prestazioni. Il peso è stato ridotto fino a 75 kg introducendo numerosi elementi in carbonio e Cfrp, installando sedili sportivi rivestiti di pelle e Race-Tex (con quelli adattivi a 18 vie in opzione gratuita) ed eliminando l’apertura elettrica del portellone posteriore. Di serie sono previste le sospensioni Porsche Active Ride con taratura specifica, cerchi di lega da 21″ specifici con razze alleggerite, pneumatici ad alte prestazioni e l’impianto frenante carboceramico Pccb ulteriormente alleggerito di 2 kg rispetto alla Turbo S con pinze verniciate in tinta Victory Gold. Sul fronte aerodinamico sono stati sviluppati nuovi elementi per il frontale e la coda: l’alettone posteriore è di carbonio ed è dotato di flap Gurney.

Come già accaduto per le GT3 e GT4 RS, anche la Taycan può fregiarsi del pacchetto Weissach, che include una serie di accessori che alzano ulteriormente l’asticella delle prestazioni in funzione della guida in pista. Non è quindi un caso che in questa versione la Taycan si trasformi in una due posti, rinunciando al divano posteriore e ai relativi componenti dell’impianto audio per ridurre la massa totale. Gli alleggerimenti hanno imposto anche l’eliminazione dell’orologio centrale dello Sport Chrono, dei tappetini, del rivestimento del vano bagagli, del secondo sportello di ricarica e di una parte dei pannelli fonoassorbenti. A livello aerodinamico sono previste canalizzazioni aggiuntive nel sottoscocca, un diffusore anteriore specifico e un’ala posteriore fissa con loghi Weissach che sviluppa 220 kg di downforce. Con il pacchetto Weissach, la Turbo GT riduce quindi il peso di 70 kg aggiuntivi.

La Taycan Turbo GT vanta un primato: è la Porsche più potente mai prodotta in serie dalla Casa tedesca. Partendo dai 952 CV della Turbo S e utilizzando nuovi inverter a 900 ampere sull’asse posteriore, i tecnici hanno portato la berlina a 1.108 CV e 1.340 Nm. Questi valori sono disponibili solo in Attack Mode, una modalità che offre 163 CV aggiuntivi per 10 secondi: per attivarla, è previsto un comando al volante utilizzabile anche con i guanti da corsa ispirato alle Formula E. Con il Launch Control è quindi possibile toccare i 100 km/h da fermo in appena 2,3 secondi (2,2 per il pacchetto Weissach), mentre la velocità massima è di 290 km/h (305 km/h con pacchetto Weissach). Rispetto alla Turbo S l’accelerazione 0-200 km/h viene abbassata di 1,3 secondi fino a 6,4 secondi con pacchetto Weissach. L’autonomia dichiarata nel ciclo Wltp è di 555 km.

Prima di arrivare sul mercato, la Porsche ha messo alla frusta la Taycan Turbo GT in pista ottenendo due record assoluti per auto elettriche su due dei tracciati più importanti del pianeta: Laguna Secae il Nürburgring. In America, la berlina ha siglato un tempo di 1 minuto, 27 secondi e 870 centesimi, mentre in Germania il cronometro si è fermato a 7 minuti, 7 secondi e 550 centesimi, con Lars Kern alla guida in entrambi i casi. Il tempo al Ring, di ben 26 secondi più veloce della Turbo S prima serie, è ancora più importante perché è anche il primato assoluto per una berlina quattro porte di serie indipendentemente dall’alimentazione.

La Turbo GT viene offerta in sei colori, tra cui le varianti esclusive denominate Pale Blue Metallizzato e Purple Sky Metallizzato che saranno ordinabili solo per i primi 12 mesi. Il reparto Exclusive Manufaktur sarà comunque a disposizione dei clienti per poter creare veri e propri esemplari unici: per esempio, sono stato creati dei kit di adesivi Taycan da applicazione alla carrozzeria nelle varianti Voltage Blue o Nero (opaco e lucido) e un pacchetto di pannelli interni di finitura nelle colorazioniVoltage Blue o Argento GT.